#MoveTheDate

#MoveTheDate

L’Earth Overshoot Day rappresenta un indicatore di sostenibilità ambientale, nella fattispecie è il giorno che indica l’esaurimento ufficiale delle risorse rinnovabili che la Terra è in grado di rigenerare nell’arco di 365 giorni. La data, che muta di anno in anno a seconda della rapidità con cui tali risorse vengono sfruttate, viene calcolata dal Global Footprint Network (GFN), organizzazione internazionale di ricerca che si occupa di contabilità ambientale calcolando l’impronta ecologica.

Ogni anno questa scadenza sembra arrivare prima, il che prospetta un futuro sempre più cupo per la specie umana. Attualmente, secondo il GFN, la popolazione mondiale sta consumando l’equivalente di 1,6 pianeti all’anno, questa cifra dovrebbe salire a due pianeti entro il 2030, in base alle tendenze attuali. Il pianeta che abbiamo a disposizione, però, è soltanto uno. L’umanità ha iniziato a consumare più di quanto la Terra producesse nei primi anni ’70, da allora il giorno in cui viene superato il limite arriva sempre prima (nel 1975 era il 28 novembre), a causa della crescita della popolazione mondiale e dell’espansione dei consumi in tutto il mondo.

Diagramma che mostra l’Overshoot Day per il 2021 nei vari paesi presi in esame dal GFN

Smettere di appropriarci indebitamente della ricchezza appartenente alle generazioni future sarebbe non solo auspicabile ma anche vantaggioso.

«Questo obiettivo è attuabile con le tecnologie disponibili ed è economicamente vantaggioso dato che i benefici complessivi sono superiori a costi. Si possono stimolare settori emergenti come le energie rinnovabili, riducendo i rischi e i costi connessi a settori imprenditoriali senza futuro perché basati su tecnologie vecchie e inquinanti.»

L’ambientalista svizzero e fondatore del GFN, Mathis Wackernagel

Per raggiungere questo obiettivo, ad oggi letteralmente vitale per la nostra specie, molte nazioni hanno adottato provvedimenti, disinvestendo dalle fonti fossili per puntare sulle energie pulite e impegnandosi a ridurre il consumo di carne, la cui produzione ha un terribile impatto ambientale.

Stiamo entrando in una tempesta di cambiamenti climatici e limitazione delle risorse: prima inizieremo a prepararci per questo prevedibile futuro, meglio riusciremo a fronteggiarlo. La cooperazione internazionale faciliterà la lotta contro la crisi climatica e delle risorse. Senza di essa, la necessità per le aziende, le città e i paesi di prepararsi per il futuro diventa ancora più essenziale.

Let’s #MoveTheDate! Lottiamo per spostare sempre più avanti la data dell’Overshoot Day, è fondamentale che il nostro pianeta sia in grado di rigenerarsi.

Per ognuno dei 100 giorni tra l’Earth Overshoot Day 2021 e la COP26 di Glasgow è stato scelto un modo innovativo in cui possiamo usare le tecnologie esistenti a nostro vantaggio. Noi ne abbiamo selezionati alcuni, dal momento che non tutti sono attuabili nel contesto in cui viviamo. Eccoli:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto non è selezionabile.