I vantaggi nell’assumere donne

I vantaggi nell’assumere donne

Quello che molte imprese non sanno, e di cui neppure le lavoratrici sono a conoscenza, è che sulle donne, indipendentemente dall’età, ci sono dei bonus a cui ricorrere per risparmiare sull’assunzione.

Anche le donne, quindi, sono almeno sulla carta “favorite” nel mercato del lavoro dove la disparità di genere, che specialmente in alcuni settori ancora si nota, ha portato all’introduzione di alcuni importanti incentivi per le assunzioni.

Se per una donna che non ha ancora compiuto i trent’anni c’è la possibilità di assunzioni “quasi” a costo zero, ricorrendo a tirocini, Garanzia Giovani e contratto di apprendistato, superata questa età si può attingere, qualora sussistano determinate condizioni, all’incentivo per l’occupazione descritto dalla legge 92/2012; nel caso in cui la lavoratrice presenti delle caratteristiche idonee al riconoscimento del bonus occupazioni introdotto da questo provvedimento, assumere una donna, piuttosto che un uomo, può essere particolarmente conveniente.

Questo riconosce al datore di lavoro la possibilità di godere di una riduzione contributiva del 50% in determinate circostanze, così da favorire l’assunzione di alcune categorie di persone che appaiono svantaggiate dal mercato del lavoro.

Tra queste categorie ci sono anche le donne, ma solo quelle che presentano determinate caratteristiche: ad esempio, per coloro che risultano disoccupate da più di 24 mesi il bonus assunzioni spetta a prescindere, indipendentemente dall’età, dalla zona di residenza e dal settore d’impiego.

Se invece la lavoratrice risulta disoccupata da meno di 24 mesi deve soddisfare altre caratteristiche. Per chi è residente nelle aree svantaggiate è sufficiente uno stato di disoccupazione continuo di almeno 6 mesi; lo stesso vale per quelle lavoratrici che abbiano una professione, o appartengano ad un settore economico caratterizzato da un’accentuata disparità occupazionale di genere.

Per quanto riguarda invece il contributo umano che una donna può fornire a un’azienda si può dire che il genere femminile presenta determinate caratteristiche: capacità di ascolto, di mediazione, accuratezza, scrupolosità sono tutte caratteristiche che appartengono di più per natura al genere femminile e che sono molto richieste in un sistema produttivo definito 4.0 nel quale la forza fisica non è più un elemento fondamentale.

error: Il contenuto non è selezionabile.